Akki Games (And Analysis)! Capitolo...64?! - Super Mario 64 (Nintendo 64)

Immagine
Salve a tutti, ragazzi, e bentornati in Akki Games, la rubrica in cui io, Akkibbello, scrivo recensioni su giochi che non interessano a nessuno utilizzando lo stesso format per infinite volte! No, vabbè, scherzi a parte, benvenuti nel capitolo 84... Aspettate un momento. Mi dicono che questo è il Sessantaquattresimo capitolo. Siamo sicuri? *controlla i post* Mmmmh, strano. *vede l'immagine sopra*. Aaaaaaah..... Benvenuti nella recensione di Super Mario 64, giocato su VERO HARDWARE! Questa non sarà una recensione come le altre, però! Cercherò di essere quanto più analitico possibile, perché questo gioco lo merita, e ormai, a parte dire che è un bel gioco, non c'è molto altro. Per questo motivo, incominciamo subito, non voglio anticiparvi niente!
La Trama
Super Mario 64 incomincia con un invito da parte di Peach a passare un piacevole pomeriggio nel suo castello, bevendo tè e mangiando della gustosa torta. Tutto sembra normale, quando, una volta entrati, la voce di Bowser riechegg…

The TravelEgg Notes - A Tasty Chronicle from the Delicia Island


E' difficile discernere ciò che è una leggenda dalla vera e propria realtà. A volte serve un cacciatore di leggende per far si che si capisca cosa sia verità o finzione. 
Fatto sta che due ragazzi, Francesco Polizzo e Stefano Bosi Fioravanti, ci hanno insegnato in poche, semplici pagine come si possa tornare a sognare senza pretendere storie impossibili o viaggi improponibili.

Ho deciso di intraprendere questa "recensione" un po' come se fosse un discorso, più che tramite una suddivisione in paragrafi veri e propri, dato che schematizzare una storia-diario di questo tipo corrisponderebbe a tranciarne le gambe e sottrarne il giusto valore. 
"The TravelEgg Notes - A tasty chronicle from the Delicia Island" è un diario che raccoglie brevi spiegazioni sui personaggi del mondo di Ernest Egg, nonché una più che giusta e doverosa backstory del protagonista, dai più semplici dettagli (come "chi sono i miei genitori" o "cosa fanno" o "perché potreste conoscermi") fino a questioni più interessanti come la seconda parte del libro, che raccoglie gli eventi che intercorrono dal 12 al 27 Ottobre di un anno non specificato. In pochi giorni succede di tutto: Ernest Egg si imbarca con una ciurma, e in cambio di leggende riceve altre informazioni sulle storie di ogni singolo personaggio. Si aggiungono al mix anche interessanti razze estranee (come quella dei LisciArriccia), piene di carisma e di spunti interessanti per una storia più completa e colorata.
Tralasciando la brusca conclusione del libro (che, credetemi, val la pena leggere per restare con l'interesse acceso), "TravelEgg Notes" offre al lettore un universo credibile ed estremamente fantastico, composto da strumenti degni di "Paperinik" e posti molto reminescenti di opere come come "I Viaggi di Gulliver".

OLD: Ad aggiungersi al tutto c'è anche l'interessante scelta stilistica di rilegatura e, soprattutto, di odore del libro: per impaginarlo è stata utilizzata una speciale cera, che tiene "viva" la carta della copertina, e offre all'intero libro un odore distinto e in qualche modo "anziano", come se provenisse da un'altra epoca. Le continue correzioni e il font alternato tra simil-stilografica e macchina da scrivere offrono poi al libro una vera e propria sensazione di un diario di viaggio che ne ha viste tante, e ne vedrà ancora.
EDIT: Proprio da poco mi è stata comunicata un'affinatura/chicca per quanto riguarda il metodo di scrittura: a quanto pare il responsabile della scrittura in stilografica è Lorenzo Bolzoni, mentre il resto della scrittura è fatto in vera, antica macchina da scrivere! Grazie Stefano per l'informazione interessantissima!

Ora, spendiamo qualche parola al riguardo della provenienza di questo libro in particolare: ho avuto personalmente la fortuna di conoscere i due autori (Stefano e Francesco), oltre che il regista del film che, si spera, possa attuarsi in futuro (Claudio di Biagio) al Lucca Comics & Games 2016. Proveniente da quell'anno, purtroppo ho avuto solo ora modo di leggere e di comprendere quello che c'è scritto sul libro.
Dietro questo libro c'è una distinta passione e cura per il dettaglio che posso solo paragonare ai primissimi libri di Geronimo Stilton: ragazzi, se siete anche solo lontanamente interessati ad Ernest Egg, vi consiglio caldamente di leggere anche solo il libro, o di aspettare passivamente il film, perché, anche se non so precisamente l'avventura della vecchia campagna Indiegogo o l'intera storia di questo fantastico universo, so distinguere con certezza un prodotto buono da uno ottimo, e questo ha tutte le credenziali perfette e precise per diventare indimenticabile.

Nella speranza che in futuro possa concludersi il fantastico progetto del film, io vi saluto e vi invito a recuperare il libro il prima possibile. 

P.S.: Stefano e Francesco, se state leggendo queste righe, vi chiedo sinceramente scusa: mi è passato completamente di mente di chiedervi un autografo sul libro, e "purtroppo" ho solo quello di Claudio. Giuro che, se avrò modo di rivedervi, ve lo chiederò apposta! 


Commenti

Post popolari in questo blog

Akki Games (And Analysis)! Capitolo...64?! - Super Mario 64 (Nintendo 64)

RECENSIONE ANIME: Charlotte

Akki Games! Capitolo 83 - WarioWare Inc.: Minigame Mania (Nintendo 3DS/GBA)