martedì 7 giugno 2016

RECENSIONE FILM: Saving Mr Banks


La Disney è conosciuta per essere una delle più grandi ed importanti società del mondo, un'industria multinazionale basata sul far sognare i bambini attraverso prodotti genuini, di ottima fattura e indimenticabili. Anche se oggi non molti dei loro film o delle loro produzioni in generale si possono definire veri e propri classici o capolavori, vi sono comunque degli stabili, che ancora oggi continuano a sorprendere il pubblico di grandi e piccini, stupendo sempre con una semplicità ed una cura per il dettaglio ed i sentimenti dello spettatore maniacale. Oggi prenderemo in esame "Saving Mr Banks", il film del film di Mary Poppins, ciò che è successo prima, durante e dopo la produzione del film, e ciò che è cambiato nella mentalità della bizzarra, ma alquanto unica, scrittrice Pamela Lyndon Travers.

La storia
Questo film si basa sulla vera storia e sui veri sentimenti che la Travers ha provato prima della produzione del film. Ben 20 anni si distanziano dalla prima volta che Walt Disney la contatta per farle cedere i diritti di Mary Poppins e il punto che guardiamo del film, in cui vediamo la scrittrice esasperata dalle continue richieste del magnate, in viaggio per Hollywood. Nonostante noi sappiamo benissimo il risultato del film, e quindi il finale, ciò che sorprende, oltre che una maniacale dovizia nei particolari dei personaggi, è come essi sono costruiti all'interno della storia. Il cast è molto esiguo, ma ciò che sorprende ogni secondo di più è la "contemporanea" storia di questa bambina da piccola, con tantissime somiglianze al libro di Mary Poppins che poi la Travers ha scritto. Non solo, questo film aiuta a comprendere da dove vengono tantissimi dei richiami del film di Mary Poppins, così come aiuta a comprendere molti lati del carattere dei personaggi. Walt Disney, interpretato da Tom Hanks, ha un ruolo perfetto nella storia, che risulta essere molto naturale e mai fuori tono, risultando eccellente nell'amalgamare della storia. Nonostante le minime discrepanze dalla realtà e dalle vere vicende, questo film segue la storia molto fedelmente, sfruttando un sistema di sviluppo che si basa più sui personaggi, che sul risultato finale.

Comparto tecnico
Il film è graficamente un autentico gioiello: la Londra e la Hollywood degli anni 60 vengono mischiate meglio del latte nel thè, e come se non bastasse, tanti costumi e peluches Disney vengono riesumati dal passato per apparire più smaglianti che mai come figure portanti di un film tutto, appunto, Disney. Le musiche sono davvero molto apprezzabili e mai fuori luogo, accompagnano ogni momento, dolce o malinconico che sia, con una speciale nota di nostalgia che solo chi ha visto Mary Poppins può capire davvero. Infine, degno di nota è il doppiaggio italiano, fortissimo, pieno di carattere e godibile come pochi altri.

Commento finale
Saving Mr Banks è uno dei più bei film di carattere storico che io abbia mai visto. Contiene un ottimo connubio tra storia e sviluppo dei personaggi, che si protrae per tutta la storia e aiuta ad immedesimarsi nella Travers, in un'esperienza nostalgica, malinconica, dolce e speciale come poche. Preparate i fazzoletti, questo film è bello. 




Nessun commento:

Posta un commento