Akki News! Capitolo 32 - Pikmin 3


Tanti anni sono passati dai primi due capitoli di Pikmin, che han visto come protagonisti Olimar e Louie, e tanti sono i fan morti dalla voglia di mettere le mani su un seguito dall'epoca del Gamecube. A distanza di ben 11 anni dal primo titolo, nel 2013, Nintendo rilascia Pikmin 3 per Wii U. Sarà all'altezza delle aspettative?

Un mondo un po' strano
In un pianeta molto simile a Hocotate, chiamato Koppai, vi è una grave carestia: il mondo sta lentamente morendo a causa delle elevatissime nascite, ed è per questo che gli scienziati di questo mondo cominciano a mandare sonde in altri pianeti in ricerca di cibo per supportare il morente pianeta. Passa un po' di tempo, e i tre scienziati Alph, Brittany e Charlie riescono a trovare uno strano pianeta contenente enormi risorse di cibo. Di lì in poi, i tre si mettono in viaggio, ma la loro navicella verrà catapultata durante l'atterraggio in un punto non pensato, aprendosi e facendo cadere i tre scienziati in tre punti diversi del pianeta sconosciuto. Ogni personaggio conoscerà i Pikmin, in questa versione come gialli, rossi, blu, pietra e alati (questi ultimi due sostituiscono quelli viola e quelli bianchi del secondo capitolo). 

Gameplay
Il nostro compito è quello di raccogliere quante più provviste nel minor tempo possibile, per mantenersi in vita e non compiere un game over, e per poter portare abbastanza cibo su Koppai. Nella ricerca della chiave d'attivazione della navicella, persa durante l'atterraggio, gran parte del gioco si struttura nella condizione esplorativa e strategica di ogni giornata. Avendo a disposizione ben 3 personaggi comandabili, possiamo dividere i compiti di ognuno, oppure andare per la solita buona vecchia regola di gameplay di Pikmin a un giocatore solo comandato alla volta. In aggiunta, i Pikmin verranno sbloccati relativamente avanti nella storia, quindi avremo ampio tempo ad abituarci con tutti i precedenti, per poi poterci abituare ai successivi. Tutto il gameplay si struttura col pennino e gli analogici: il pennino serve a lanciare i Pikmin, mentre l'analogico sinistro per muoversi, il destro per girare la visuale, e il tasto L per richiamare i Pikmin a sé. 
I Pikmin presenti nel gioco sono, come già elencati: I rossi, in grado di resistere al fuoco e abili combattenti; i gialli, in grado di resistere all'elettricità e molto leggeri; I blu, in grado di respirare sott'acqua; I pietra, simili a quelli viola, ma non si arrampicano sui nemici, ma semplicemente si comportano come vere e proprie pietre, scagliandosi anche da soli sugli obbiettivi; I volanti, in grado di volare e trasportare in aria gli stessi carichi degli altri pikmin, utili in situazioni in cui si va sott'acqua con quelli blu, mentre questi rimangono a pelo d'acqua. 
In generale, il gioco non è molto difficile, e non ha una curva di difficoltà vera e propria: un giocatore che ha già giocato a degli strategici o a un precedente capitolo di Pikmin sa già sommariamente a cosa andrà incontro nel gameplay. 

Sonoro e Grafica
Dal punto di vista sonoro, Pikmin si mantiene molto vicino ai precedenti capitoli, mantenendo però una propria identità e alone di mistero che oserei avvicinare alla saga di Earthbound/Mother come stile. Per quanto concerne il punto di vista grafico, i frames tendono a calare quando si fa il conteggio delle provviste, o quando si fa l'atterraggio con la cipolla dei Pikmin completamente evoluta. A parte questo, il gioco è molto bello e curato, convincente e un piccolo gioiello per gli occhi. 

Longevità e commento finale
Pikmin 3 non è un gioco molto lungo. Durando intorno alle 8-10 ore, garantisce un sano divertimento ma una trama un po' povera di contenuti, lasciando al gameplay il lavoro sporco. Nel complesso riesce nell'intento, Ma se avesse avuto un po' più di contenuti, tali sarebbero stati graditi.

Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE FILM: Your Name

Akki Games! Capitolo 53 - Sonic Unleashed (PS3)

Akki Games! Capitolo 57 - Assassin's Creed Rogue (PS3)