martedì 3 novembre 2015

Akki Games! - Capitolo 30: Tales of Xillia 2 (PS3)


La saga dei Tales of sta lentamente diventando sempre più conosciuta ed acclamata anche in terra nostrana, grazie ad una discreta quantità di ottimi titoli che si son saputi destreggiare e impiantare di forza nel cuore di milioni di fans. A seguito del buon Tales of Xillia, uscito tempo addietro su PS3, la Bandai Namco ha ascoltato le richieste dei fans e ha creato un diretto seguito, Tales of Xillia 2. Arrivato in Occidente nel 2013, Xillia 2 è ancora tutto da scoprire, grazie alle sue molteplici qualità e a varie meccaniche migliorate vistosamente rispetto al suo prequel. Vediamo insieme cosa ha da offrirci Xillia 2.

La trama
Tales of Xillia 2 prende luogo un anno dopo gli eventi del primo Xillia: lo scisma è stato distrutto, ognuno è tornato alle proprie vite, e altri cercano di ricominciare da 0. Fin da subito, veniamo catapultati in una serie di avvenimenti non molto ben scritti e gestiti, che portano una sensazione di confusione principale fino alla circa decima ora di gioco, o se vogliamo essere più precisi, verso il terzo o quarto capitolo della storia principale. Seguiamo la storia di un ragazzo silente e self-insert chiamato Ludger Kresnik, che non è riuscito a superare la prova per diventare agente Spirius e cerca un nuovo lavoro, ma proprio mentre si reca in stazione, un attentato ha luogo, e il protagonista si reca senza pensarci due volte sul treno in cui ci sono i terroristi, seguendo una bambina che poco prima è saltata sul treno senza troppi complimenti. 
Di qui in poi gli avvenimenti non hanno molto senso finché non vengono spiegati, e in grandi linee scopriamo di essere dei detentori di una strana forma fisica, chiamata "Chromatus", che ci permette di eliminare le cosiddette "Dimensioni Divergenti". Proprio a seguito di questi avvenimenti, verremo ingaggiati nella Spirius Corporation accompagnati da tutto il cast del vecchio Xillia (più alcuni nuovi acquisti) e dovremo far luce su cosa sta succedendo con il fratello di Ludger, Julius, che da lì a poco tempo si comporta in modo strano. 
Seppur la trama abbia vistosi problemi nelle prime ore di gioco, si riprende ottimamente grazie a un mirato story telling nelle ore successive, un ottimo pacing e grazie ad una particolare caratterizzazione dei personaggi del primo Xillia, stavolta secondari, ma con delle storie apposite che trattano delle loro vite private e di come loro reagiscono a determinati avvenimenti. Inutile dire che aumentare l'affinità con ogni personaggio aumenterà non solo la quantità di cose che si possono fare in combattimento (di cui parleremo successivamente), ma potremo anche guadagnare nuovi costumi, nuove mosse per tutti e nuove scenette.

Il gameplay
Il gameplay del secondo Xillia è quasi preso di peso dal primo, con alcuni cambiamenti qui e lì: i personaggi sono stati ri-bilanciati per essere più attinenti alla loro classe di appartenenza, dando quindi a Ludger l'onere e l'onore di essere l'unico personaggio del cast a poter utilizzare ben 4 armi e 4 stances diverse (contando il chromatus), che danno la libertà di approccio e di combo, che possono seriamente diventare di gran numero, tanto da fare invidia ai bei vecchi Devil May Cry. Il gameplay viene severamente cambiato, poi, da un altro fattore: il debito da pagare. Eh già, all'inizio del gioco, verrà affibbiato un debito di 20 milioni di gald a Ludger, fortunatamente da pagare a rate, che andranno a incrementare fino a 200'000 gald in una botta nelle fasi finali del gioco. Inutile dire che sarà quasi tassativo pagare quando avremo superato la somma consentita, magari per craftare armi importanti o armature, quindi sarà spesso una bella scocciatura trovarsi davanti l'icona di pagamento e dover pagare un gald ogni volta.
Il gameplay principale, oltre ad avere i due distinti soliti approcci ( esplorativo e di combattimento), viene anche insaporito dalla forma Chromatus, ottima per aumentare le combo e molto forte, anche contro nemici molto duri da battere. 
In aggiunta, per pagare più velocemente il debito, è presente una apposita bacheca di missioni secondarie, che verrà consultata molto spesso dai completisti, dato che contiene non solo le missioni, ma anche i boss elìte ed è l'unico posto in cui si può riscuotere il danaro delle quest completate. 
Le Arti concatenate tornano più forti che mai, insieme ad un nuovo sistema di crescita chiamato "Sfera Allium", in cui si possono sbloccare abilità e arti semplicemente cambiando l'approccio della sfera, che solitamente si basa su uno o più elementi naturali. 

Comparto tecnico e longevità
Non si può dire che l'engine grafico di Xillia 2 brilli di originalità, anzi, è piuttosto datato se si guarda il dettaglio, ma fa il suo lavoro piuttosto bene, mostrando più che discrete animazioni nei momenti più concitati, ma povere ambientazioni nelle zone di intermezzo. L'engine di Xillia 2 brilla prevalentemente negli shaders e nella pulizia grafica, anche se ormai si nota come il motore sia vecchio, proprio a causa di frequenti cali di FPS che diventano molto vistosi quando si usano armi elementali con effetti aggiuntivi. 
Per quanto concerne la Soundtrack, molte delle tracce del primo Xillia tornano anche nel secondo, senza nessun riarrangiamento, perciò non vi sono molte novità in questo campo, a parte la main theme del gioco che risulta essere piuttosto memorabile e ottima da ricordare e canticchiare.
Il gioco si aggira sulle 50 ore se la si prende comoda.

Commento finale
Xillia 2 è un buon seguito di Xillia 1, ma non è la migliore opzione disponibile. A causa di un protagonista muto, ambientazioni quasi troppo ripetitive e una enorme quantità di gald da pagare, non tutti potrebbero apprezzare il titolo come dovrebbero. Non è un titolo per tutti, è marginalmente superiore al suo predecessore, ma contiene ottimi momenti guidati dalle scelte che tu fai come protagonista e da ben 4 finali liberamente accessibili se si sa quello che fa. 

Voto finale: 7.5 - 8 

Nessun commento:

Posta un commento