Ultimo articolo!

Bastion - Recensione di Akio #135 (Nintendo Switch - 2018)

Immagine
Bastion è uno degli indie per cui ho sempre dimostrato un certo interesse, prevalentemente grazie al suo affascinante lato artistico.
Devo dirlo, già nel 2012 provai a metterci le mani sopra e non mi colpì particolarmente, nonostante il vociare di Rusk fosse comunque estremamente molto piacevole e mi stimolasse a scavare di più, per scoprire cosa avesse di così importante da raccontare. 

E quindi eccoci qui, quasi 8 anni dopo, a giocare e finire Bastion in sole due sessioni su Nintendo Switch e... devo dire che non credo di essermi perso molto. 

Non fraintendetemi: Bastion è sicuramente molto interessante, soprattutto se si tiene in considerazione il fatto che sia stato uno dei primi *veri* indie in circolazione, ma, ecco, sperimenta più con la sua storia che con delle effettive meccaniche di gameplay.
Cercherò di mantenere un ordine sommario tra gli argomenti, quindi spero di non essere troppo confusionario in ciò che scrivo.
Bastion si riassume in un Beat'em Up in visuale isometrica

RECENSIONE ANIME: Ore Monogatari!




Salve a tutti, ed eccoci ancora una volta riuniti a recensire un anime, stavolta molto recente, finito la settimana scorsa: "Ore Monogatari!" o "La Mia Storia", è un convincente shojo uscito nel 2015, prodotto dalla MAD House. Vediamo cosa ha in serbo per noi.

La trama
Discostandosi completamente da ogni concetto che conosciamo degli anime Shojo, Ore Monogatari sfrutta come protagonista uno strano ragazzo alto 2 metri di nome Takeo Gouda. Un po' come altri personaggi con nomi memorabili (TADA BANRI AAAAAAAAA), Takeo si farà strada nei nostri cuori presentandosi come una persona normalissima, eccetto che dall'esterno appare spaventoso e scorbutico, ma in realtà nasconde un cuore d'oro e una personalità profondissima, degna di un personaggio ben formato come lui. 
La storia comincia con i due amici, Takeo e Suna, che per caso vedono in metropolitana un uomo molestare una ragazza. Takeo, data la sua natura, proteggerà la ragazzina, che da quel momento in poi cercherà in qualche modo di mantenere i contatti col ragazzo. Insomma, Ore Monogatari! è un anime che riguarda i rapporti tra Takeo e questa ragazzina, Rinko Yamato, e come loro due riescono ad affrontare le varie situazioni in modo umano e convincente. 
Ad aggiungere sapore e spezie all'intero prodotto vi sono i personalissimi personaggi secondari, e chi più, chi meno, riuscirà ad aggiungere un fattore all'intero complesso, che alla fine riuscirà a presentarsi forte di costituzione e dolce quanto basta. D'altronde, è uno shojo.

Comparto tecnico
Senza presentare caratteristiche troppo innovative, lo stile grafico, seppur semplice, riesce sempre a convincere con ottimi primi piani, davvero curati, e fantastici filtri grafici, tipici dello stile shojo. In aggiunta, le Soundtracks, opening ed endings non sono mai di troppo, sono molto orecchiabili e diventano a dir poco indimenticabili una volta finita l'intera visione dell'anime.
Anche l'animazione si presenta essere molto unica e curata, mostrandosi valida soprattutto nei momenti di azione.

Commento finale
Ore Monogatari è un ottimo anime per chi cerca miele gratuito ogni settimana, o ogni giorno, e consiglio la visione dell'anime con un amico fidato o con una ragazza. Le esperienze sono molto usuali, nulla di nuovo, ma è proprio per questo che tutto assume questo strano, ma fantastico sapore, quasi come un dolce appena sfornato.

Voto finale: 8.5

SOLO PERCHE' C'E' TAKEO QUEST'ANIME PRENDE 11.

Guardatelo con amici o con la vostra ragazza. 

Commenti

Post popolari in questo blog

Harry Potter e la Camera dei Segreti - Recensione di Akio #119 (2002 - PS2)

RECENSIONE ANIME: Prison School (Netflix)

"Completismo: un'arte senza eguali scolpita nel tempo"