Akki Games! Capitolo 83 - WarioWare Inc.: Minigame Mania (Nintendo 3DS/GBA)

Immagine
Questi sono tempi stupendi, per Nintendo! Con l'avvento dello Switch lo scorso anno e una valanga di nuovi titoli (tra remaster/remake, multipiattaforma, e qualche nuovo titolo anche per 3DS) ce n'è davvero per tutti. Sorprendente è il ritorno della serie "WarioWare", fortunata collezione di microgiochi dallo charme ricercato e simpatico quanto basta, che ha illuminato un faro piuttosto forte sulla figura anti-eroica di Wario. Certo, è peccato che la sua controparte Camelotiana (Waluigi) non abbia ancora avuto la sua personale dimensione, ma per il momento ci accontentiamo. Approfittiamone, quindi, in occasione dell'uscita di WarioWare GOLD su 3DS, per rivisitare il primo, glorioso titolo della serie su GBA. 
La Trama
Sebbene questo sia un gioco di Wario, non dubitate neanche per un momento della presenza di una trama, perché c'è ed è stupidamente realistica per un personaggio del genere.  Wario è in casa sua e sta guardando la TV, quando a un tratto appare su…

RECENSIONE ANIME: Gatchaman Crowds


2013: anno piuttosto importante per gli anime, ormai in continua evoluzione e legati a una sola componente comunitaria, l'innovazione. Quest'oggi avremo a che fare con il riadattamento dei giorni nostri di Gatchaman, chiamato Gatchaman Crowds.

La Trama
Gatchaman Crowds, anime del 2013 prodotto da Tatsunoko Productions, parte piuttosto in sordina: dimostra fin da subito una pochezza di carattere nelle prime battute, fino all'episodio 6, in cui vi è una svolta repentina e la qualità della serie complessiva comincia a salire fino al climax dell'episodio 11. La storia di Gatchaman Crowds ci fa conoscere una vivace ragazza di nome Hajime, che diventa Gatchaman per caso, e conosce tutti i vari “senpai”: OD, un misterioso uomo effemminato incapace di trasformarsi, Sugane, compagno di scuola e maestro di katana, Jou, figo dalla testa calda, Utsutsu, enigmatica ragazzina in biancheria intima, e infine Pai Pai, strano panda Leader del quintetto. E poi basta, i primi 6 episodi saranno quasi un'accozzaglia incoerente di avvenimenti che servono a fare da setup al climax, che per carità, è fatto bene, ma non salva la serie interamente, data la pochezza dell'inizio della storia (terribilmente sottotono per un anime del genere) e un character development piuttosto irrisorio e tutto dipendente da Hajime. Per il resto, la serie è godibile ma ha molte sbavature piuttosto inammissibili per il tipo di anime che è.

Comparto Tecnico
La trama, purtroppo, non brilla quanto il lato tecnico, che si presenta unico nel proprio genere, con stili pastellosi, grafica 3D convincente, animazioni buone nei combattimenti e negli effetti particellari e ottime soundtracks, insieme ad opening ed ending, che seppur siano poche fanno il loro lavoro nel migliore dei modi.

Lati positivi e negativi
Gatchaman è molto semplice, ma non per questo adatto a tutti: ho dovuto riprendere la serie 3 volte per finirla, e alla fine non mi ha neanche completamente convinto, e mi ha lasciato con l'amaro in bocca in una scena finale completamente anticlimatica e poco giustificata. Per il resto, i pregi sono già elencati nel comparto tecnico, il resto sarebbe potuto essere fatto molto meglio.

Commento finale
Gatchaman Crowds è adatto a chi cerca qualcosa di semplice e senza pretese. Lo consiglio? Sinceramente no, ci sono serie da 12 episodi fatte molto meglio, ma se siete fan di vecchia data non vedo perché non dargli una possibilità.


Voto finale: 6.5

Commenti

Post popolari in questo blog

Akki Games! Capitolo 83 - WarioWare Inc.: Minigame Mania (Nintendo 3DS/GBA)

RECENSIONE ANIME: Charlotte

RECENSIONE ANIME (archivio): EF- A tale of memories