Akki Games! Capitolo 20 - Bioshock 2 (PC)


2K games, 2009. Bioshock 2 viene rilasciato dopo circa un anno dall'uscita del precedente titolo. Vediamo cosa bolle in pentola.

La trama
Veniamo quasi immediatamente immersi ancora una volta nell'universo di Rapture conosciuto nel primo Bioshock, solo che stavolta gli eventi si verificano circa 10 anni prima. Conosciamo fin da subito il nostro protagonista, un Big Daddy abbastanza speciale, a cui viene sottratta la Little Sister a causa di una serie di motivazioni spiegate con chiarezza nel corso del gioco. Noi, come protagonisti, abbiamo infatti la limitazione di poterci puramente legare a una sola Little Sister. Sarà quindi nel 1958, il momento in cui il nostro protagonista si risveglierà dopo una presunta morte, e l'unica cosa che avrà in mente sarà salvare la sua bambina, e per fare ciò verrà quasi fin da subito aiutato da Tenenbaum, che lo porterà sulla giusta via. 

Gameplay
Il gameplay di Bioshock 2 non si discosta molto dal primo titolo: abbiamo ancora la possibilità di usare i Plasmidi, possiamo addirittura usarli insieme alle armi contemporaneamente, e avremo la possibilità soprattutto di vestire i panni di un vero e proprio Big Daddy e di fare tutte quelle cosette che fa quando accompagna una Little Sister. Doppi sensi a parte, avremo non solo la possibilità di accudirne una (decidendo poi se salvarla o meno), ma potremo anche raccogliere Adam aggiuntivo dai cadaveri nei vari livelli. Insomma, dal punto di vista di gameplay non c'è molto di nuovo, ma nonostante tutto la formula funziona ancora, perché viene ben integrata ancora una volta. 

Lato Tecnico
Graficamente, Bioshock 2 fa un salto a piè pari su un livello totalmente diverso: Unreal viene spinto ancora di più, e vengono aggiunti tantissimi nuovi effetti particellari e finalmente una certa quantità di blur, che mai guasta. I livelli sono tanti e ben variegati, enormi e fantastici da esplorare per trovare munizioni, armi nuove e chissà, anche plasmidi. Dal punto di vista sonoro, poi, vengono aggiunte tantissime tracce e soundtrack che stavolta smorzano l'effetto realistico che dava il primo Bioshock, andando su un livello totalmente diverso e funzionante nel contesto: un contesto anni '50 con la caratteristica di catturare l'attenzione non tanto con quello che succede sullo schermo, ma con quello che ti fa provare, dal punto di vista puramente sentimentale, la musica che lo contorna. In aggiunta, i tantissimi diari e dialoghi (molti di più rispetto al predecessore) mostrano ancora una volta una grandissima cura a livello di narrazione e di bravura degli attori.

Longevità
Sarà, ma questo Bioshock mi è sembrato un pelino più corto rispetto al primo. Non per questo però possiamo dire che sia un gioco brutto, anzi. La durata media è sempre intorno alle 10 ore di puro gameplay.

Commento finale
Ancora una volta, l'elemento più importante di Bioshock si dimostra essere il gameplay. Non innovativo come il precedente titolo, questo è certo, ma che porta una certa ventata di aria fresca nell'oceano degli sparatutto della recente generazione. Bioshock 2 si conferma come un ottimo sequel - prequel del primo titolo, mantenendo le caratteristiche principali della serie, ma aggiungendo alcuni accorgimenti (anche a livello di continuità della trama, chi ha finito il primo Bioshock capirà) che migliorano l'esperienza di gioco. Lo consiglio vivamente a tutti, senza alcun problema, anche se, a dire la verità... Ho notato dei problemi di ottimizzazione grafica del titolo, che porta molte volte il computer a crashare senza motivo, e forzandomi ad abbassare la qualità delle textures. E' un problema sormontabile, questo è certo, ma questo gli fa perdere punti, almeno per quanto concerne la versione PC. 
Voto Finale: 9

Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE FILM: Your Name

Akki Games! Capitolo 53 - Sonic Unleashed (PS3)

Akki Games! Capitolo 57 - Assassin's Creed Rogue (PS3)