martedì 17 luglio 2012

RECENSIONE ANIME: Bakemonogatari




Bakemonogatari è una serie prodotta a cavallo del 2009 e 2010 dalla Shaft, dai tratti chiaramente diversi rispetto ad ogni altro anime.

La trama
Sebbene la trama sia all'inizio molto "campata per aria", non bisogna dire che sia totalmente assente, anzi. Un ragazzo di nome Araragi un bel giorno conosce una strana ragazza, che nonostante sembri aggressiva con lui, dimostra vari problemi a livello sia spirituale che corporeo: sarà infatti questo il punto focale dell'anime, la risoluzione dei vari problemi (sia corporei che mentali) sia di questa ragazza che delle altre protagoniste, tutte afflitte da un singolare "spirito", che il prode Araragi dovrà liberare dal loro corpo. Nulla di troppo elaborato, dunque, ma dov'è che la serie riesce ad ingranare? Riesce a farlo proprio nella risoluzione delle situazioni, nel modo più strano possibile. I personaggi, comunque, sono ridotti all'osso, tanto che non sono presenti personaggi secondari. Il che è un bene, vista la stramba produzione sia a livello tecnico che di trama.

Lato tecnico
Dal punto di vista tecnico bisogna fare un discorso a parte. Poniamo innanzitutto i primi "paletti": questo stile grafico viene ricalcato moltissimo in denpa onna, soprattutto nei vari stacchetti che riempiono gli "spazi vuoti" dell'anime. Le animazioni sono più che convincenti: l'anime si dimostra un gradino più in alto rispetto agli altri della stessa annata, tanto che le animazioni sono rese il meglio possibile, disegnate in ogni fotogramma al minimo dettaglio. Anche dal punto di vista sonoro troviamo buone tracce, veramente apprezzabili. Anche opening ed ending sono veramente orecchiabili e rimangono scolpite nel cuore dello spettatore.

Commento finale
Bakemonogatari non è un anime per tutti, data la sua strana conformazione sotto ogni punto di vista. Nonostante ciò però sono sollevato, perchè grazie all'essere strambo di quest'anime, sono presenti miriadi di citazioni di altri anime, oltre che simpatiche scenette prese da internet e "donate" ad altri anime. (Quasi per caso ho trovato una sigla di Bakemonogatari cantata da Rie Kugimiya e con un video di Zero No Tsukaima, ma è un'altra storia.) Insomma, lo consiglio? Si, ma non a tutti.
Voto finale: 8
Qualità Fansub: Medio - Alta / I karanaze e i Bowling Ball Fansub hanno fatto un ottimo lavoro, senz'altro!

Nessun commento:

Posta un commento