giovedì 14 giugno 2012

RECENSIONE ANIME: Zero No Tsukaima F




Ed eccoci finalmente alla quarta e conclusiva serie di Zero No Tsukaima, per l'occasione definita come "F". Prodotta, come sempre, dalla JC Staff e di annata 2012.

La Trama
La trama si dirama seguendo gli ultimi avvenimenti della terza (ben più blanda) serie, concludendo il vecchio filone narrativo in cui vedevamo il re della Gallia Joseph con il suo famiglio Miyoznitel. Dopo questa breve introduzione, si inizia a sviluppare la quarta serie, che dimostra, grazie anche agli anni passati e all'esperienza dei produttori, un modo di giostrare le situazioni in modo veramente ottimo. Si, rispetto agli altri spezzo una lancia a favore di questa serie: mi ha divertito e ho apprezzato tantissimo la caratterizzazione dei personaggi, stavolta più carismatici che mai; inoltre ho anche apprezzato come le comparse e i personaggi secondari abbiano anche loro una personalità ben delineata. La storia, insomma, procede come un "after story", in cui vedremo un Saito proprietario di terre in compagnia della sua dolce (o tsundere?) Louise e tutto il cast a presso a loro due. Insomma, come se ciò non bastasse, Saito inizia a farsi le idee più chiare riguardo a ciò che pensa delle varie "eroine" che lo circondano formando un harem abbastanza strambo. Come se ciò non bastasse, si aggiunge anche un finale piazzato apposta per i due protagonisti, e un nuovo inizio per l'intero cast.

Impressioni a caldo
La prima cosa che ho pensato dopo aver visto l'ultima puntata è stata "sicuramente ci sarà una serie aggiuntiva o un OAV, perchè il finale, nonostante molto bello (non dirò nulla naturalmente riguardo questo), lascia alcune lacune nello spettatore, e storce a tratti il naso di quest'ultimo. Sicuramente mi aspetto o un crossover (magari con i personaggi di Index o di Shana) o una serie aggiuntiva, o anche un semplice OAV. Chi vivrà vedrà.

Lato tecnico
Dal punto di vista grafico notiamo la stessa animazione delle serie precedenti, ma di qualità nettamente superiore. Come se non bastasse, si nota il tipico "taglio" della JC Staff, soprattutto nelle scene più concitate, in cui sono presenti alcuni filtri grafici tipici di altri anime come Toradora o Index (naturalmente della stessa casa produttrice). I corpi sono stati ridimensionati, i personaggi sono ancora più espressivi e gli ambienti sono più curati che mai. Per quanto riguarda il punto di vista sonoro, ci sono alcune soundtrack inedite e una opening e una ending apprezzabili (anche se personalmente preferisco la opening, ma è un'altra storia).

Commento Finale
Insomma, questo anime per me si classifica per me in prima posizione per l'annata 2012: dolce, simpatico, con una punta di drammatico e al contempo di quel non so che che ci fa tornare alla mente le vecchie fiabe che ci venivano raccontate prima di andare a letto. Apprezzo questi anime perchè sono pochissimi, e nonostante il basso numero, sono bellissimi da vedere e ti lasciano con una nota di felicità nella mente. Lo consiglio? Senz'altro. Questo anime merita di essere visto.
Voto Finale: 9 e mezzo
Qualità Fansub: mediocre - i NIF ne hanno di strada da fare...

Nessun commento:

Posta un commento