RECENSIONE ANIME: Papa no Iukoto Wo Kikinasai!



In periodo primaverile, qual è il miglior anime da vedere? Ovviamente qualcosa che ricordi l'estate, le giornate afose e i pomeriggi magari passati in casa spaparanzati sul divano, in una tipica atmosfera da "dolce far niente". E' questa, più o meno, la sensazione che ho provato vedendo "Papa no iukoto wo kikinasai!" o, più abbreviato "Papakiki!".

La trama
La trama ricalca un po' il ben più conosciuto Usagi Drop: un ragazzo ventenne viene un giorno chiamato da sua sorella per fare da babysitter alle sue tre figlie: due illegittime (Sora di 13 anni e Miu di 10) e una legittima (Hina, 3 anni). Il ragazzo, un po' controvoglia, si recherà a casa della sorella, e baderà alle tre ragazzine per una giornata. Ben presto però, i due genitori dovranno partire, e affideranno di nuovo al ragazzo universitario queste tre ragazze. Nulla avrebbe fatto immaginare che i genitori delle ragazze sarebbero stati dati per dispersi durante il loro viaggio in aereo. Come ben si può immaginare, la malinconia colpisce subito la famiglia, e si arriva quindi a una cruciale decisione: le tre figlie, tutte minorenni, dove andranno a vivere? E soprattutto, con chi? Yuuta, ormai abbastanza affezionato alle ragazze, deciderà di prenderle per portarle nel suo mini appartamento da universitario, molto modesto e veramente scomodo per 4 persone. Bene o male, tutta la serie ha come luogo - fulcro questa casetta, e le varie avversità in cui incorreranno le tre ragazzine per vivere al meglio. Intanto Yuuta dovrà fare i salti mortali per rendere la loro vita felice, lavorando molto e rimanendo sempre al passo con i suoi studi universitari. 

Caratteristiche dei Personaggi
Una cosa c'è da dire: Tutti i personaggi hanno una giusta importanza e un giusto spazio nella loro serie. Certo, alcuni sono veramente di nicchia (come ad esempio Sako-senpai, che stona davvero con l'ambiente, e che ricorda un po' un cameo di Kohta di Highschool Of the Dead), ma nonostante tutto i personaggi di supporto hanno finalmente questo ruolo. Tutti i personaggi secondari faranno del loro meglio per aiutare il nucleo famigliare centrale, per esempio cercando abitazioni migliori, passando del tempo con una o due delle tre sorelle, e trovando anche lavori per il protagonista. Particolarmente importanti saranno i ruoli di Nimura, il tipico ragazzo donnaiolo e responsabile, e Raika, che più volte sarà in stretti contatti con il protagonista e soprattutto con Sora. 

Lato Tecnico
Dal punto di vista tecnico notiamo in primis uno stile grafico davvero inedito: nasi a punta, mento slanciato, occhi leggermente più piccoli rispetto allo stile moe donano un'atmosfera tutta diversa all'anime, dando all'anime un'aria ben più leggera di quanto dovrebbe essere, visti gli argomenti trattati nella serie. Un'altra cosa che mi ha colpito molto dello stile grafico è soprattutto il fatto che, di episodio in episodio, il tratto e lo stile cambiano di quel poco che serve per migliorare l'esperienza visiva. Dal punto di vista prettamente sonoro, invece, non si nota niente di nuovo, ma comunque le OST e le sigle sono delle piccole chicche non trascurabili, che rimangono facilmente "incastrate" in testa. 

Commento finale
Beh, come commento finale, cosa si può dire? Non molto di più di quanto sia già stato detto nella recensione. Verremo subito accolti da una atmosfera colorata nonostante gli argomenti trattatti e ci innamoreremo subito dei personaggi, grazie al loro particolare carisma e alle vicende che si verificano in quel piccolo appartamento. Lo consiglio? Si, consiglio anzi di vederlo proprio in questo periodo, visto che gli avvenimenti hanno luogo in periodo estivo e risulta molto leggero da vedere.
Voto Finale: 7 e mezzo se avete già visto altri anime di questo tipo (Usagi Drop nb), 7 se è il primo anime che vedete di questo tipo.
Qualità Fansub: mediocre. Perchè? Insomma, gli unici che hanno subbato questo anime mi pare che siano i FTF, ma rispetto agli altri lavori già precedentemente visti di loro produzione, questo stona un po'. Il sub "salta" in alcune frasi, il font tende a cambiare quando un personaggio pensa o canta, solo però nelle ultime puntate, e come font non risulta molto gradevole da leggere. Tralasciando questo particolare, non c'è molto che possa minare la visione regolare dell'anime.


Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE FILM: Your Name

Akki Games! Capitolo 53 - Sonic Unleashed (PS3)

Akki Games! Capitolo 57 - Assassin's Creed Rogue (PS3)