venerdì 11 maggio 2012

RECENSIONE ANIME: Kami Nomi Zo Shiru Sekai II




Kami Nomi Zo Shiru Sekai II è il diretto seguito della prima serie dall'omonimo nome, prodotto nel 2011.

La trama
La trama si mantiene piuttosto invariata: c'è sempre il nostro caro Keima con la sua "sorellina" Elcie, in attesa di trovare altre anime perdute. Ebbene, questa seconda serie sarà ben più completa e intensa della prima: invece delle solite 4 eroine uscite quasi dal nulla, ne avremo in compenso 3, di cui il protagonista approfondirà di molto la conoscenza col passare delle puntate. Inutile dire che la parte caratterizzante della seconda serie sta nella profondità dei personaggi, veramente più interessanti da seguire e da osservare in tutte le loro diverse sfaccettature. Se per esempio vediamo nella prima serie un Keima incentrato sui Gal game e senza personalità come un player di visual novels, adesso nella seconda notiamo un Keima ben più coinvolto nelle situazioni, più loquace ed espressivo. La stessa cosa la si può notare anche nelle "eroine", che hanno una storia più complessa alle spalle e personalità veramente uniche nel loro genere (non come ad esempio nella prima serie in cui c'erano solo eroine stereotipate dai maggiori comportamenti, es. la Tsundere).

Lato tecnico
Dal punto di vista tecnico c'è da fare un mare di applausi: lo stile grafico cambia e migliora di puntata in puntata, dando maggiore carisma ed espressione ai protagonisti, e supportando in gran modo le migliori gag mai viste basate su argomenti come le visual novel. Dal punto di vista sonoro si superano invece di gran lunga gli standard della precedente serie, lasciando nello spettatore il ricordo di una opening e di una ending veramente spettacolari e ben fatte. Le ost sono l'altra colonna portante del lato tecnico, che migliorano l'immedesimazione nella storia nei momenti più concitati.

Commento Finale
Insomma, questa seconda serie, esattamente, cos'è? E' la riaffermazione di una poco convincente prima serie di Kami Nomi, con maggiore immedesimazione, maggiori elementi sentimentali e più umanità nei protagonisti. Lo consiglio? Sicuramente, anzi, dico che questo è uno dei migliori anime del 2011, sfortunatamente però quasi introvabile, se non dai Funny&Fantasy, ottimi subber.
Voto Finale: Lo dico a cuor leggero, questa seconda serie, se fosse stata la prima, avrebbe fatto ben più clamore, e avrebbe raccolto più pubblico. 9
Qualità Fansub: Impeccabile.

Nessun commento:

Posta un commento