RECENSIONE ANIME: Denpa Onna To Seinshun Otoko


Denpa onna to seinshun otoko è uno degli anime dell'annata 2011 più strani, a mio parere, di tutti quelli mai prodotti finora.

La Trama
Makoto Niwa è un ragazzo liceale, trasferitosi all'inizio della storia da sua zia perchè i suoi genitori non avevano abbastanza tempo per occuparsi di lui. La zia, Meme-san, aveva proposto questo trasferimento secondo alcune condizioni: lei doveva essere sola, senza figli, e doveva esserci abbastanza spazio per Makoto. Caso vuole però che Meme abbia omesso un piccolo particolare: l'esistenza di sua figlia, una stramba ma bellissima e mite ragazza che risponde al nome di Erio, e che per uno sfortunato incidente si crede una aliena mandata sulla terra per mantenere i suoi simili sempre aggiornati sugli avvenimenti della Terra. 

Struttura delle scene
Per questa recensione aggiungo questa voce, perchè a mio parere è veramente necessaria. Le scene dell'anime sono tutte strutturate, almeno nelle prime tre puntate, in modo abbastanza sbrigativo e strambo, con pensieri veloci, discorsi quasi senza senso e gag veramente sottili e strane al contempo. Ora, se nei primi episodi vediamo un veloce monologo interiore del protagonista seguito da un discorso con sua zia, verso gli ultimi avremo una diminuizione della velocità delle scene in modo veramente esponenziale, arrivando a pensieri congegnati e importanti ai fini della trama.

Caratterizzazione personaggi
I personaggi sono "pochi ma buoni": c'è come una sorta di harem attorno al protagonista, che va pian piano rafforzandosi col proseguire della trama. Una cosa particolare sta nella caratterizzazione: i personaggi, qualunque essi siano, saranno tutti congegnati per apparire con caratteri "a tutto tondo". Nessun personaggio, infatti, sarà di nicchia nè sarà mai banale. 

Lato tecnico
Dal punto di vista tecnico, devo dire che c'è un po' da storcere il naso: dal punto di vista grafico, l'espressività e il carisma dei personaggi c'è, e si vede tantissimo, ma il problema principale arriva quando ci sono alcuni filtri grafici o riprese veramente poco consone alla scena girata. Altra cosa che poco mi convince è la scelta dell'inserire i personaggi in stile "chibi" in soli due o tre episodi, senza poi sfruttare al meglio questa scelta registica, dimostrando quindi che in quei punti non c'era molto da aggiungere e sarebbe rimasto un punto vuoto se non si fosse scelto di inserire i personaggi in quel modo. Altra cosa abbastanza fastidiosa è la presenza di filtri grafici veramente arcaici quando i personaggi si trovano nell'acqua o bevono del tè. L'acqua, in alcuni momenti, viene resa male, parendo alle volte semplice polvere. Dal punto di vista sonoro invece troviamo una strana opening, che comunque rimane abbastanza apprezzabile, una ending molto simpatica e delle soundtrack veramente simpatiche, che non stonano mai con l'ambiente.

Commento finale
Questa forse è stata la recensione più combattuta che abbia mai fatto. Come possiamo definire quindi, questo Denpa Onna? un anime non adatto a tutti, ma indirizzato comunque agli otaku che hanno visto abbastanza anime strani da poter reggere questo. Nulla di allarmante, sia chiaro, ma vedere un anime che parla di alieni a suo modo è abbastanza strano.
Voto finale: 7. Aspetto il seguito.
Qualità fansub: Medio/alta (Kappa Fansub) - Mediocre (Hidiocy hunters fansub)


Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE FILM: Your Name

Akki Games! Capitolo 53 - Sonic Unleashed (PS3)

Akki Games! Capitolo 57 - Assassin's Creed Rogue (PS3)