Akki Games! Capitolo 83 - WarioWare Inc.: Minigame Mania (Nintendo 3DS/GBA)

Immagine
Questi sono tempi stupendi, per Nintendo! Con l'avvento dello Switch lo scorso anno e una valanga di nuovi titoli (tra remaster/remake, multipiattaforma, e qualche nuovo titolo anche per 3DS) ce n'è davvero per tutti. Sorprendente è il ritorno della serie "WarioWare", fortunata collezione di microgiochi dallo charme ricercato e simpatico quanto basta, che ha illuminato un faro piuttosto forte sulla figura anti-eroica di Wario. Certo, è peccato che la sua controparte Camelotiana (Waluigi) non abbia ancora avuto la sua personale dimensione, ma per il momento ci accontentiamo. Approfittiamone, quindi, in occasione dell'uscita di WarioWare GOLD su 3DS, per rivisitare il primo, glorioso titolo della serie su GBA. 
La Trama
Sebbene questo sia un gioco di Wario, non dubitate neanche per un momento della presenza di una trama, perché c'è ed è stupidamente realistica per un personaggio del genere.  Wario è in casa sua e sta guardando la TV, quando a un tratto appare su…

RECENSIONE ANIME - 5 : To Love Ru

Ci sono diversi tipi di anime in questo vasto mondo. C'è la categoria Mecha, la categoria d'azione, e c'è anche la Commedia Ecchi, nella quale si mescolano i momenti divertenti con scene "Osè", che mai fanno male al giorno d'oggi. Ci sono però alcuni Anime che sforano molto dall'Osè, e arrivano a "toccare" il fanservice, un concetto che spiega in una parola sola quanto possano i personaggi di anime denudarsi fino allo stremo. Questa è solo la punta dell'iceberg di To Love Ru.

Trama (?)
La trama racconta di un ragazzo, Yuuki Rito, innamorato di una ragazza, Haruna Sairenji, e malgrado provi a confessarsi varie volte, Rito non riesce mai a dire tutti i suoi sentimenti a haruna. Incontrerà successivamente Lala, una aliena del pianeta Deviluke, che per uno sfortunato malinteso prenderà una palpata da parte di Rito come una confessione d'amore (malgrado Rito non l'avesse mai vista, ma qui i ragionamenti elementari spariscono del tutto). Da questo momento in poi, avete visto i primi due episodi? Benissimo, potete cestinare tutte le altre puntate per arrivare alla 24, 25 e 26, l'epilogo, che parte come una cosa magari anche carina, ma finisce in un modo veramente vergognoso. Insomma, cosa abbiamo in quest'anime? Personaggi privi di spessore, intelligenza pari allo 0, un Character Design Piuttosto antiquato, e ciliegina sulla torta, Fanservice a volontà. Vedrete minimo un seno a ogni minuto, e la stessa gag in cui Rito fa qualcosa di strano a una ragazza si e no un centinaio di volte. Solo alcune gag si salvano, e nemmeno, perchè sono anche ripetute, sintomo del fatto che per arrivare ai 25 minuti prestabiliti dagli editori, non si sapeva più come colmare gli spazi vuoti. Pazienza, i filler sono all'ordine del giorno in To Love Ru.

Lato Tecnico
Fa acqua da tutte le parti. Personaggi disegnati in modo inesatto, Pose Stranissime, curve di troppo, Sproporzione nei corpi.. Chi più ne ha più ne metta, insomma. Per quanto riguarda le Ost e le opening ed ending, forse sono l'unica cosa riuscita in questo minestrone di cose inutili.

Commento Finale
Volete un consiglio Da Crashis? Non provate nemmeno ad avvicinarvi, nemmeno se siete appassionati di Ecchi sfrenato, è autolesionismo questo, non la visione di un anime. Sono Veramente deluso da questo... Qualcosa.  Allontanatevi finchè siete in tempo!
Voto Finale: 5 scarsissimo, prendetelo come un 4.
Qualità Fansub: Ottima, l'unica cosa ben riuscita è il fansub di AnimeLabs.

Commenti

Post popolari in questo blog

Akki Games! Capitolo 83 - WarioWare Inc.: Minigame Mania (Nintendo 3DS/GBA)

RECENSIONE ANIME: Charlotte

RECENSIONE ANIME (archivio): EF- A tale of memories