Akki Games! Capitolo 83 - WarioWare Inc.: Minigame Mania (Nintendo 3DS/GBA)

Immagine
Questi sono tempi stupendi, per Nintendo! Con l'avvento dello Switch lo scorso anno e una valanga di nuovi titoli (tra remaster/remake, multipiattaforma, e qualche nuovo titolo anche per 3DS) ce n'è davvero per tutti. Sorprendente è il ritorno della serie "WarioWare", fortunata collezione di microgiochi dallo charme ricercato e simpatico quanto basta, che ha illuminato un faro piuttosto forte sulla figura anti-eroica di Wario. Certo, è peccato che la sua controparte Camelotiana (Waluigi) non abbia ancora avuto la sua personale dimensione, ma per il momento ci accontentiamo. Approfittiamone, quindi, in occasione dell'uscita di WarioWare GOLD su 3DS, per rivisitare il primo, glorioso titolo della serie su GBA. 
La Trama
Sebbene questo sia un gioco di Wario, non dubitate neanche per un momento della presenza di una trama, perché c'è ed è stupidamente realistica per un personaggio del genere.  Wario è in casa sua e sta guardando la TV, quando a un tratto appare su…

RECENSIONE ANIME: Motto To Love Ru

Dunque... Dopo la prima serie, molto deludente, e gli OAV, finalmente ho finito la seconda serie di questa odissea.

Trama
La trama... Non c'è. Dando per scontato la presenza di praticamente tutti i personaggi, si inizia la serie con Tantissimi Sketch e mini episodi presenti nell'episodio, per arrivare a un ammontare di circa 36 mini episodi che vanno dai 5 ai 10 minuti. I personaggi mantengono sempre il loro spessore, e bisogna dire che l'ecchi presente in questa seconda serie è molto superiore a quello della prima. Altra cosa da far notare è la fedeltà col manga: Se prima To Love Ru era stato inesatto e aveva seguito solo parte della trama cartacea, in queste mini puntate vedremo colmati questi "buchi", Con gag molto ecchi e momenti piuttosto importanti. Ciò che però ancora non ho compreso è perchè, Rispetto alla prima serie, la seconda e gli OAV sono più in tema con la trama.

Lato Tecnico
La Grafica è radicalmente cambiata, ed è stata resa più limpida e pulita. Ho anche notato che è stata "Fixata" la testa di Rito. Prima vi era un disegno poco chiaro, mentre in questa serie possiamo vedere Che sono stati aggiunti moltissimi particolari. Per quanto riguarda i filtri grafici, Mette in risalto la data dell'anime. Essendo del 2010, i filtri grafici sono molto attuali, e il disegno pare molto fresco e piacevole da vedere. Per quanto riguarda le OST e le sigle... Sono carine. Le sigle sono cambiate molto, ed è per questo che hanno una nota di merito in più. Le OST rimangono simili se non uguali alla prima serie, e sono più a tema che nelle altre serie.

Commento Finale
Dunque, Come commento finale.. Voglio solo dire che Sarebbe stato meglio se di To Love Ru fossero esistiti solo gli OAV e la seconda serie. Anche se c'è un finale veramente aperto e campato in aria, bisogna dire che i produttori hanno ripercorso i loro passi sistemando gli errori. Un voto oltre la sufficienza se lo merita, ma bisogna dire che è molto influenzato dal suo passato.
Voto Finale: 7
Qualità Fansub: Alta (UFW Ha fatto un ottimo lavoro!)

Commenti

Post popolari in questo blog

Akki Games! Capitolo 83 - WarioWare Inc.: Minigame Mania (Nintendo 3DS/GBA)

RECENSIONE ANIME: Charlotte

RECENSIONE ANIME (archivio): EF- A tale of memories