Ultimo articolo!

Akki Games! Capitolo 97 - Kingdom Hearts 3 (PS4 - 2019)

Immagine
Kingdom Hearts è una serie anziana, ormai. son passati ben 17 anni dal 2002, anno di uscita del primo capitolo della storia, e ne abbiamo viste di cotte e di crude. Un sacco di acqua è passata sotto i ponti di Disney e Square, e un sacco di giochi sono passati tra le mani dei videogiocatori più interessati e accaniti, che nell'attesa di questa vera e propria chimera di gioco, hanno aspettato, e aspettato, e aspettato ancora. Finché... Eccolo qui. Kingdom Hearts 3. Il seguito che non speravamo più uscisse. 




Sinossi
Spiegare la storia di Kingdom Hearts a chi non lo conosce è a dir poco impossibile, date le numerosissime situazioni che sono state ricamate in una storia lunga letteralmente migliaia di anni. Certo, la storia principale si attua nel giro di una decina di anni, piuttosto che nelle migliaia, ma questo Kingdom Hearts in particolare non si risparmia assolutamente, e prende tutto il possibile dai precedenti titoli per far quadrare l'enorme teorema partito dalla testa di N…

RECENSIONE ANIME: Motto To Love Ru

Dunque... Dopo la prima serie, molto deludente, e gli OAV, finalmente ho finito la seconda serie di questa odissea.

Trama
La trama... Non c'è. Dando per scontato la presenza di praticamente tutti i personaggi, si inizia la serie con Tantissimi Sketch e mini episodi presenti nell'episodio, per arrivare a un ammontare di circa 36 mini episodi che vanno dai 5 ai 10 minuti. I personaggi mantengono sempre il loro spessore, e bisogna dire che l'ecchi presente in questa seconda serie è molto superiore a quello della prima. Altra cosa da far notare è la fedeltà col manga: Se prima To Love Ru era stato inesatto e aveva seguito solo parte della trama cartacea, in queste mini puntate vedremo colmati questi "buchi", Con gag molto ecchi e momenti piuttosto importanti. Ciò che però ancora non ho compreso è perchè, Rispetto alla prima serie, la seconda e gli OAV sono più in tema con la trama.

Lato Tecnico
La Grafica è radicalmente cambiata, ed è stata resa più limpida e pulita. Ho anche notato che è stata "Fixata" la testa di Rito. Prima vi era un disegno poco chiaro, mentre in questa serie possiamo vedere Che sono stati aggiunti moltissimi particolari. Per quanto riguarda i filtri grafici, Mette in risalto la data dell'anime. Essendo del 2010, i filtri grafici sono molto attuali, e il disegno pare molto fresco e piacevole da vedere. Per quanto riguarda le OST e le sigle... Sono carine. Le sigle sono cambiate molto, ed è per questo che hanno una nota di merito in più. Le OST rimangono simili se non uguali alla prima serie, e sono più a tema che nelle altre serie.

Commento Finale
Dunque, Come commento finale.. Voglio solo dire che Sarebbe stato meglio se di To Love Ru fossero esistiti solo gli OAV e la seconda serie. Anche se c'è un finale veramente aperto e campato in aria, bisogna dire che i produttori hanno ripercorso i loro passi sistemando gli errori. Un voto oltre la sufficienza se lo merita, ma bisogna dire che è molto influenzato dal suo passato.
Voto Finale: 7
Qualità Fansub: Alta (UFW Ha fatto un ottimo lavoro!)

Commenti

Post popolari in questo blog

Akki Games! Capitolo 97 - Kingdom Hearts 3 (PS4 - 2019)

RECENSIONE ANIME: Charlotte

Top 10 videogiochi del 2018!