Akki Games! Capitolo 83 - WarioWare Inc.: Minigame Mania (Nintendo 3DS/GBA)

Immagine
Questi sono tempi stupendi, per Nintendo! Con l'avvento dello Switch lo scorso anno e una valanga di nuovi titoli (tra remaster/remake, multipiattaforma, e qualche nuovo titolo anche per 3DS) ce n'è davvero per tutti. Sorprendente è il ritorno della serie "WarioWare", fortunata collezione di microgiochi dallo charme ricercato e simpatico quanto basta, che ha illuminato un faro piuttosto forte sulla figura anti-eroica di Wario. Certo, è peccato che la sua controparte Camelotiana (Waluigi) non abbia ancora avuto la sua personale dimensione, ma per il momento ci accontentiamo. Approfittiamone, quindi, in occasione dell'uscita di WarioWare GOLD su 3DS, per rivisitare il primo, glorioso titolo della serie su GBA. 
La Trama
Sebbene questo sia un gioco di Wario, non dubitate neanche per un momento della presenza di una trama, perché c'è ed è stupidamente realistica per un personaggio del genere.  Wario è in casa sua e sta guardando la TV, quando a un tratto appare su…

RECENSIONE FILM - 1: Astro Boy

Ci sono volte in cui alcune conversioni di anime o manga in film riscuotano un successo strepitoso. Succede anche, però, che molti anime o manga validi che non hanno un porting a film decente, vengano scartati a prescindere dalla loro qualità. Io invece ritengo che ogni anime e ogni manga abbia una propria validità, Mostrata attraverso l'audience che fa. Ma non siamo qui per parlare in generale. Dopo questa breve introduzione, sono ben lieto di presentarvi uno dei film di annata 2009 che tutti aspettavano, il film di animazione chiamato Astro Boy!

Questioni di feeling
Questo film è il semplice porting su grande schermo di ciò che è stato già visto in passato nel manga dal medesimo nome di Osamu Tezuka. Parliamo ora della trama: tratta di un ragazzino figlio di un grande scienziato che muore per un incidente. Questo Scienziato allora decide di ricreare il proprio figlio sotto forma di robot. Questa trama, seppur semplice, racchiude diversi risvolti, uno dei quali è ad esempio la presenza del nucleo Blu all'interno di Astro Boy, un nucleo dalla potenza quasi infinita. Per non parlare poi dei personaggi: non tutti hanno una vera importanza, basta vedere alcuni dei bambini che Astro conosce nel "mondo di superficie", molto più povero rispetto a Metro City, la città Sospesa, oppure alcuni rimangono solo a scopo di creare stacchetti divertenti, come i 3 robot della Rob-oluzione, che ricordano tanto il Team Rocket di Pokémon. Dunque, il Roster di personaggi è molto vasto, abbiamo il protagonista, i suoi aiutanti, altri personaggi che non servono a nulla... e un robottone che vuole il nucleo di Astro. Ecco, di questi personaggi fondamentalmente ne possiamo salvare solo 6: i 3 scienziati, il robottone enorme, Astro e la ragazza che conosce nel mondo di superficie. Tutti gli altri sono semplicemente inutili.

Robottini in HD
Dato che ho visto il film su Sky Family HD, devo dire che la qualità grafica è molto elevata e ricorda tanto un videogioco Next Gen. parlando poi della qualità del doppiaggio devo dire che è un po' sotto gli standard. Stessa cosa per la stragrande presenza di punti morti nel film, che danno solamente grandi sbadigli.
Ost Molto anonima.

Commento Finale
Astro Boy mi è piaciuto, anche se per quanto riguarda alcuni lati tecnici c'è qualcosa che davvero non va. Il problema principale, forse, è che il film è stato prodotto troppo velocemente e che i produttori hanno voluto essere più fedeli possibili alla trama, dando solo un risultato molto confusionario. Non si può racchiudere un manga di chissà quanti Tankobon in solo un'ora e mezza. Per questo motivo, consiglio questo film solo a chi ha seguito il manga ai suoi tempi, e nemmeno, perchè potrebbe essere una delusione vedere un bel robottino trasformato in qualcosa fatto in fretta e furia.

Voto finale: 4 1/2 - 5

Commenti

Post popolari in questo blog

Akki Games! Capitolo 83 - WarioWare Inc.: Minigame Mania (Nintendo 3DS/GBA)

RECENSIONE ANIME: Charlotte

RECENSIONE ANIME (archivio): EF- A tale of memories